GdL Elettronica





GdL Elettronica

ECU

Il nostro lavoro si è concentrato sullo studio e la ricerca di una possibile ECU (Engine Control Unit) che ci consentisse di poter controllare in maniera efficiente l’iniezione elettronica ed i parametri motore.

Abbiamo avviato una ricerca cercando una centralina che potesse comandare almeno due iniettori, avesse un numero di ingressi tale da poterci permettere di acquisire dati da tutta la sensoristica motore, supportasse il protocollo di comunicazione CANBus e che avesse anche delle dimensioni contenute per occupare meno spazio possibile, oltre che avere la possibilità di includere due mappe selezionabili.
Sono state confrontate diverse centraline prima di trovare quella più indicata, la soluzione è arrivata con la ECU MicroSquirt.
Ci siamo concentrati per lo più sulle ECU della famiglia Megasquirt per la documentazione dettagliata reperibile online, la quale ci permette di conoscere a fondo la centralina.

DASHBOARD

Per “SICBOARD” (la nostra dashboard) abbiamo utilizzato un Raspberry Pi 2 e un Arduino M0 in comunicazione tramite u.a.r.t. (Universal Asynchronous Receiver-Transmitter) che ci ha permesso di avere una comunicazione seriale asincrona; ciò ci permette di operare senza un riferimento temporale di sincronizzazione tra lo scambio di dati.

Il cuore del sistema è il database NoSQL ad alta velocità Redis,che ci permette di creare un “ponte” di dati real-time tra il sistema d’acquisizione e il sistema operativo del raspberry.
Da Redis le informazioni vengono correttamente instradate verso il datalogger e la dashboard utilizzando Node-Red, uno strumento di programmazione che ci consente di gestire la connessione tra i dispositivi hardware tramite un linguaggio di programmazione flow-based (Node.js, un framework di Javascript).

Il file di log viene generato con Node-Red in formato .msl per poterlo poi aprire con software dedicato che ci mostrerà tutti i dati acquisiti dai nostri sensori sotto forma di grafici da poter poi consultare sia durante i test, che durante la competizione ad Aragon.
L’interfaccia pilota è stata realizzata tramite Processing IDE, un ambiente di programmazione per Arduino che include un editor di testo e un compilatore basato sul linguaggio di programmazione Java.
Attualmente i nostri prossimi obiettivi sono configurare il CANbus, il gps e la piattaforma inerziale, grazie anche all’aiuto dell’azienda SmartMe che ci offrirà una soluzione embedded (dal nome "Arancino") da sostituire al nostro prototipo hardware.

SENSORI

Il GdL Elettronica si è occupato anche dello studio e della selezione della sensoristica da equipaggiare sul motoveicolo.
In una prima fase il gruppo, collaborando con il GdL Motore, ha redatto una lista dei sensori in base ai parametri d’interesse d’acquisizione.

Ad esempio, per effettuare la misurazione sui parametri del motore sono stati scelti:

  • TPS
  • Sonda Lambda
  • Sensore MAP
  • Sensore IAT
  • RPM
  • Pressione olio

Per l’acquisizione dei dati dinamici del veicolo, invece, sono stati presi in considerazione:

  • Piattaforma inerziale
  • GPS
  • Estensimetri per la misurazione dell’escursione delle sospensioni
  • Temperatura Esterna Gomme
  • Temperatura e Pressione Interna Gomme

Come sempre, il nostro obiettivo è quello di mostravi il nostro modo di lavorare, con altrettanta voglia di imparare da voi, non scordare, quindi, di lasciare un feedback sulle nostre piattaforme!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *